Ultimo aggiornamento 27.02.2020 - 15:23

Nota ai Comuni sulla deliberazione ARERA n.444 del 31 ottobre 2019 e sul Testo in tema di Trasparenza

  • 29 Gen, 2020
Pubblicato in: Ifel Informa
Letto: 3822 volte

La legge 27 dicembre 2017 n. 205 (legge di Bilancio per il 2018), art. 1, comma 527, ha attribuito all'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) funzioni di regolazione e controllo del ciclo dei rifiuti, anche differenziati, urbani e assimilati.

Tra le funzioni attribuite all'Autorità rientrano, tra le altre, la “predisposizione ed aggiornamento del metodo tariffario per la determinazione dei corrispettivi del servizio integrato dei rifiuti e dei singoli servizi che costituiscono attività di gestione, sulla base della valutazione dei costi efficienti e del principio «chi inquina paga»” e la “diffusione della conoscenza e della trasparenza delle condizioni di svolgimento dei servizi a beneficio dell'utenza e la tutela dei diritti degli utenti”.

Dopo un lungo periodo di consultazioni e confronti, il 31 ottobre 2019 ARERA ha pubblicato le seguenti delibere:

  • Delibera 443/2019/R/rif “Definizione dei criteri di riconoscimento dei costi efficienti di esercizio e di investimento del servizio integrato dei rifiuti, per il periodo 2018-2021” che approva il “Metodo Tariffario per il servizio integrato di gestione dei Rifiuti” (MTR);
  • Delibera 444/2019/R/rif “Disposizioni in materia di trasparenza nel servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati” che approva il “Testo Integrato in tema di Trasparenza nel servizio di gestione dei Rifiuti” (TITR).

La presente nota intende fornire un supporto a tutti i Comuni, nel percorso di transizione necessario per adempiere alle prescrizioni contenute nella seconda delle due delibere citate (n.444), che dovrà essere recepita entro il 1° aprile 2020. Nei prossimi giorni pubblicheremo anche la nota ai Comuni sulla deliberazione n.443 e sul relativo Metodo Tariffario nel servizio di gestione dei rifiuti urbani.

Twitter

Webinar
In presenza
Seminari