Ultimo aggiornamento 05.08.2022 - 22:46

Avviso

IFEL comunica che i propri uffici rimarranno chiusi dall'8 al 19 agosto per la pausa estiva.

Progetto LIFE REthink WASTE. On line catalogo di buone pratiche europee per migliorare la gestione rifiuti mediante sistemi PAYT e KAYT

  • 14 Lug, 2020

Nell'ambito del progetto LIFE REthink WASTE, di cui IFEL è partner, è stata realizzata una pubblicazione che illustra 12 recenti e paradigmatiche esperienze che utilizzano diversi modelli tariffari, informativi e tecnologici per migliorare le performance del sistema locale di gestione dei rifiuti attraverso l'aumento della consapevolezza degli utenti. I modelli di tariffazione puntuale (Pay As You Throw, PAYT) e di informazione puntuale (Know As You Throw, KAYT) si confermano, di fatto, fra i più efficaci strumenti per migliorare la raccolta differenziata dei rifiuti urbani e ridurre la produzione di rifiuti.

Il catalogo include esperienze provenienti da 6 diversi paesi europei (Spagna, Italia, Portogallo, Germania, Olanda e Belgio), sia di città di poche migliaia di abitanti, come Argentona (Spagna) e Miglianico (in provincia di Chieti), che di città medio-grandi (Parma e Bergamo), ma anche di metropoli europee come Berlino. I casi individuati sono stati inquadrati in un più ampio contesto metodologico grazie alla descrizione di 9 progetti europei.

La fonte di ispirazione di questo lavoro è stata un workshop organizzato a febbraio 2020 a Bruxelles dall'associazione europea ACR+ (Association of Cities and Regions for sustainable Resource management) nell'ambito del progetto LIFE REthink WASTE, di cui è partner. All'evento avevano partecipato esperti di diversi paesi europei, che si erano confrontati su come alcune città, nelle loro regioni, siano state capaci di stimolare i cittadini a fare una raccolta differenziata più efficace e di migliore qualità e a ridurre la produzione di rifiuti, soprattutto di quelli indifferenziati.

Il workshop ha consentito di trarre diverse conclusioni:

  • nonostante la loro efficacia, i sistemi di tariffazione puntuale (PAYT) da soli non possono risolvere completamente il problema intrinseco di una certa "ingiustizia" della tassazione del servizio rifiuti, perché alcune comunità, come per esempio i cittadini di recente immigrazione, continuano ad essere svantaggiati;
  • i benefici ambientali dei sistemi di tariffazione puntuale (PAYT) e gli accresciuti risultati della raccolta differenziata devono essere comunicati agli utenti frequentemente e in modo chiaro;
  • in alcuni casi i sistemi di PAYT e KAYT si ripagano da soli, grazie ai benefici economici generati;
  • i benefici sociali, ambientali ed economici di questi sistemi sono strettamente interconnessi.

SCARICA IL CATALOGO

Progetti


Webinar
e-Learning

In presenza

Seminari