Ultimo aggiornamento 29.10.2020 - 13:56

"Per botteghe e librerie storiche prepariamo sconti sull'Imu" - La Repubblica del 2 agosto del 2013

  • 02 Ago, 2013
Pubblicato in: Entrate e Riscossione
TAG:
Letto: 231 volte

Che fare, assessore Leonori? «Il turismo, così come l'innovazione tecnologica e la creatività, è uno dei principali asset strategici per lo sviluppo di Roma. Promuovere la città può essere un volano per tutto il territorio».

Come far sì che le nuove tecnologie incrementino il turismo tradizionale? «Devono andare insieme. Perché al turismo culturale tradizionale dobbiamo affiancare nuove forme, tra cui quello giovanile, congressuale ed enogastronomico. Siti internet, applicazioni per smartphone e tablet sono nuovi strumenti di comunicazione che possono aiutarci per una maggiore internazionalizzazione e valorizzazione dell'immagine di Roma anche all'estero». Un'iniziativa simbolo? «La prima è quella dei Fori, che oltre a rappresentare un grande cambiamento per i romani, potrà essere anche una forte attrazione per i turisti. Alcuni commercianti hanno timori. Aspettiamo di vedere come va la sperimentazione. E rivedremo anche il piano dei pullman turistici». Come "venderà" i nuovi Fori all'estero? «Già i media internazionali se ne sono interessati, con varie opinioni, e auspichiamo che questo primo passo di pedonalizzazione dei Fori possa dare un contributo all'immagine di Roma». Prossimi appuntamenti? «Certamente l'Expo 2015 di Milano, con cui stiamo avviando una collaborazione, insieme con la Regione Lazio. Il turismo avrà poi effetti positivi su tutte le attività economiche e commerciali di Roma». Ma le botteghe storiche continuano a chiudere. «Abbiamo in programma la promozione di percorsi turistici nelle botteghe storiche per far conoscere e crescere un patrimonio creativo e culturale unico. E a settembre ragioneremo su alcune misure per aiutare botteghe storiche, librerie e esercizi culturali, come ad esempio l'ipotesi di sgravi sull'Imu dal 2014». Non sarebbe necessaria una completa liberalizzazione del commercio, come accade in Europa? «D'estate ormai molti artigiani restano aperti recependo nuove esigenze della città, come si vede dall'iniziativa della Cna. Roma ad agosto non chiude e non si ferma. In generale ragioneremo su un piano dei tempi e degli orari insieme al piano del Commercio». Una delle piaghe, dal Centro alla periferia, è il commercio ambulante abusivo, acuito dalla crisi. «Abbiamo già avviato i primi controlli, come annunciato dal sindaco Marino, e lanceremo un protocollo per la lotta all'abusivismo e alla contraffazione: la prevenzione del fenomeno vedrà coinvolte tutte le categorie interessate e tutta la città». Quale sarà le sua prima mossa in autunno? «A settembre avvieremo un tavolo sullo sviluppo economico di Roma per condividerei principali asset e avviare le prime azioni concrete, tra cui la Cittadella dell'innovazione, che vorremmo realizzare insieme con la Regione Lazio, un luogo dove fare incontrare istituti di ricerca, università, istituzioni e start up». Promozione Abbiamo in programma la promozione di percorsi turistici nei negozi storici per farli conoscere Turismo L'iniziativa dei Fori sarà una grande attrattiva per i turisti rilanciata anche dai media internazionali.

Twitter

Focus


Webinar
e-Learning

In presenza

Seminari