Ultimo aggiornamento 29.10.2020 - 13:56

Riversamento entrate da F24- aggiornamento IMU al 3 gennaio 2013

  • 31 Lug, 2013
Pubblicato in: Entrate e Riscossione
Letto: 890 volte

Aggiornamento al 3 gennaio 2013

Con nota prot. 2012/81535 del 30 maggio 2012, l’Agenzia delle entrate ha riassunto le modalità di riversamento ai Comuni dell’ICI e dell’IMU riscossa tramite modello F24, comunicando alcuni ulteriori dettagli.

 

 Si ricorda in proposito che, già in data 12 aprile, con due distinti provvedimenti dell’Agenzia, erano state previste sia le modalità di versamento dell’IMU tramite F24, sia l’istituzione dei codici tributo da indicare nel pagamento dell’IMU e la ricodificazione dei codici tributo da utilizzare nel pagamento dell’ICI per gli anni pregressi, entrambi reperibili sul sito dell’IFEL all’indirizzo: 

www.portalewebifel.it/Aree-Tematiche/IMU/Approfondimenti/Circolari-e-comunicazioni/Codici-tributo-F24.

La nuova comunicazione precisa che le somme riscosse con modello F24 a titolo di ICI/IMU, al netto del contributo spettante all’Ifel (0,8 per mille del gettito spettante al Comune al netto dell’abitazione principale), saranno accreditate ai Comuni, attraverso procedure automatizzate gestite dalla  Struttura di gestione dell’Agenzia delle entrate, sulle contabilità speciali, sottoconto fruttifero, intestate ai Comuni medesimi, in conformità con l’articolo 35, comma 8 del d.l. n. 1 del 2012, che ha sospeso, fino al 31 dicembre 2014, il regime di tesoreria mista, come riportato dalla circolare della Ragioneria Generale dello Stato dell’11 marzo 2012. La documentazione citata è reperibile sul sito dell’IFEL all’indirizzo:

www.portalewebifel.it/Aree-Tematiche/IMU/Approfondimenti/Circolari-e-comunicazioni/Nota-Ifel-Riversamenti-entrate-da-F24.

La nota 81535/2012, precisa inoltre che per “i Comuni per i quali non è possibile effettuare l’accredito sulle contabilità speciali” (NB: si ritiene che il riferimento riguardi sia situazioni particolari, sia i Comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti che non usufruiscono di contributi statali, esclusi dal  regime di tesoreria unica a norma della legge n.720 del 1984, Tabella A), il riversamento dell’ICI/IMU, sempre al netto della quota di competenza Ifel, avverrà sui conti correnti già comunicati tramite il canale SIATEL/PUNTOFISCO.

L’Agenzia delle entrate invita comunque tutti i Comuni a verificare le coordinate del conto di accredito inserite nell’ambiente SIATEL/PUNTOFISCO, apportando, ove necessario, le opportune modifiche, anche in relazione a tutti quei casi in cui la riscossione viene attualmente effettuata da Equitalia, la cui attività in materia di entrate comunali è destinata a cessare al 31 dicembre 2012. Nello stesso ambiente, sarà anche possibile effettuare i controlli di competenza ed accedere a tutte le informazioni relative ai versamenti dell’ICI/IMU tramite F24, rese disponibili attraverso flussi di rendicontazione.

La comunicazione dell’Agenzia precisa inoltre che, all’interno dei flussi informativi oggetto di trasmissione ai Comuni (ved. tracciati allegati) saranno presenti anche le informazioni dei versamenti ICI/IMU successivamente annullati, in quanto effettuati o rendicontati in modo errato dagli intermediari; in relazione a questi ultimi l’Agenzia opererà le necessarie regolazioni contabili a valere sul gettito riscosso spettante ai Comuni.

Twitter

Focus


Webinar
e-Learning

In presenza

Seminari