Ultimo aggiornamento 19.04.2018 - 15:36

Risoluzione n.137/E dell’Agenzia delle entrate per il pagamento dei tributi comunali tramite F24

  • 09 Nov, 2017
Pubblicato in: Entrate e Riscossione
Letto: 1533 volte

Con Risoluzione 137/E dell’8 novembre 2017, l’Agenzia delle entrate informa circa l’istituzione di nuovi codici tributo e fornisce le istruzioni per effettuare, tramite modello F24, i pagamenti in favore di tutti gli enti interessati, senza la necessità per questi ultimi di stipulare una specifica convenzione con l’Agenzia delle entrate.

La Risoluzione interviene a colmare una lacuna nel sistema del versamento diretto delle entrate tributarie agli enti locali tramite F24 che finora è stato reso disponibile per tutti gli enti solo per IMU e Tasi (obbligatoriamente) e Tari, mentre per gli altri tributi era consentito solo previa stipula di apposita convenzione con l’AdE.

La norma di riferimento è l’articolo 2-bis, comma 1, del decreto legge 22 ottobre 2016, n. 193, il quale stabilisce che a decorrere dal 1° ottobre 2017, in deroga all’articolo 52 del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446, il versamento spontaneo delle entrate tributarie dei comuni e degli altri enti locali può essere effettuato, tra l’altro, mediante il sistema dei versamenti unitari di cui all’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241. Pertanto, il contribuente potrà sempre scegliere di pagare attraverso il circuito F24, che si aggiunge alle modalità di pagamento decise dall’ente locale.

In particolare, la Risoluzione in commento prevede che per il versamento della “tassa/canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche” (TOSAP/COSAP), della TARSU e dei relativi interessi e sanzioni in favore di tutti i Comuni, Province e Città metropolitane interessati potranno essere utilizzati i codici tributo già esistenti e utilizzati finora solo dai Comuni che avevano stipulato apposite convenzioni con AdE.

Codici del tutto nuovi sono stati invece istituiti per il versamento dell’ “imposta comunale sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni” (ICP DPA), del “canone per l’installazione di mezzi pubblicitari” (CIMP) e dei relativi interessi e sanzioni.

L’operatività delle disposizioni contenute nella Risoluzione 137/E decorrerà dal prossimo 20 novembre 2017.

In allegato la Risoluzione contenente tutti i codici tributo e le istruzioni per il pagamento.

 

Pubblicazioni in evidenza

Twitter

Webinar
In presenza
Seminari