Ultimo aggiornamento 27.11.2020 - 17:08

È in pagamento l’acconto del Fondo di solidarietà 2016

  • 09 Mar, 2016
Letto: 1122 volte

Con comunicato del 7 marzo u.s., il Ministero dell’Interno informa che è in pagamento l’acconto del FSC 2016, in favore dei Comuni appartenenti alle Regioni a statuto ordinario, alla Regione Siciliana e alla Regione Sardegna.

Il pagamento dell’acconto è stato previsto “a regime”, a decorrere dal 2016, dall’art. 3 comma 1 del D.L. n. 78/2015, una norma proposta e fortemente sostenuta da Anci per dare la possibilità ai Comuni, in attesa del DPCM con cui vengono perfezionate le modalità ed i criteri di riparto del FSC, di far fronte alle esigenze di cassa della gestione ordinaria, nel periodo intermedio tra le riscossioni delle due rate dei tributi immobiliari (giugno-dicembre).

La misura stabilita è pari all'otto per cento delle risorse di riferimento 2014, circa 1,36 miliardi di euro, come risultante per ciascun Comune dai dati pubblicati sul sito internet del Ministero dell'interno alla data del 16 settembre 2014 (http://finanzalocale.interno.it/docum/comunicati/com070316.html)

Per legge, tale importo dovrà essere contabilizzato nei bilanci comunali a titolo di riscossione di IMU.

Le somme in pagamento a tale titolo saranno infatti recuperate dall’Agenzia delle entrate a valere sull’IMU, riscossa tramite F24 nel mese di giugno/luglio 2016, sulla base di una comunicazione che il Ministero dell’Interno effettuerà all’Agenzia stessa entro il 1° giugno 2016.

Il Ministero ricorda infine, che:

-gli enti inadempienti alle certificazioni previste dalla normativa di riferimento (compilazione questionari fabbisogni standard e certificazioni al bilancio di previsione e al rendiconto), non riceveranno tale anticipazione, che rimarrà sospesa fino a regolarizzazione avvenuta;

-le regolarizzazioni effettuate oltre il 20 maggio, non potranno dar luogo all’acconto, a causa dei tempi tecnici dei successivi recuperi. 

Twitter

Focus


Webinar
e-Learning

In presenza

Seminari