Ultimo aggiornamento 11.08.2018 - 0:47

Imposta di soggiorno – un accordo tra Anci Toscana e Airbnb rende la riscossione più semplice e veloce per i Comuni

  • 29 Mag, 2018
Pubblicato in: Ifel Informa
Letto: 689 volte

Il primo esempio in Italia di accordo territoriale sulla riscossione dell’imposta di soggiorno – quello tra Anci Toscana e Airbnb – getta le basi per un sistema concordato di lotta all’evasione fiscale anche da parte delle piattaforme informatiche di b&b, case vacanza e locazioni brevi.

L’annuncio è stato dato da Francesca Basanieri, responsabile Turismo Anci Toscana e sindaco di Cortona e Alessandro Tommasi, Public Policy Manager di Airbnb Italia all’incontro @Trazione Toscana a Torre del Lago (Lucca), appuntamento della rassegna Dire e Fare sul Turismo in Toscana.

Grazie all’accordo, i Comuni che aderiranno potranno beneficiare in maniera semplice e digitale della riscossione e del versamento dell’imposta, che verrà gestita direttamente da Airbnb per tutte le prenotazioni effettuate sulla sua piattaforma. La notizia completa, reperibile all’indirizzo internet: https://ancitoscana.it/component/k2/1719-tassa-di-soggiorno-intesa-tra-ancitoscana-e-airbnb-per-la-riscossione.html riporta  anche alcuni interessanti dati sul numero degli ospiti e sulle relative stime di incasso in Toscana. 

 

Pubblicazioni in evidenza

Twitter