Ultimo aggiornamento 14.12.2018 - 16:17

Conferenza Stato-Città. Assegnati fondi per rettifiche FSC 2017, ristoro gettiti dei comuni colpiti da terremoti e per oneri da sentenze esecutive

  • 21 Giu, 2018

La Conferenza Stato Città di oggi ha approvato, con il parere favorevole dell’Anci, diversi riparti di fondi:

- utilizzo dell’accantonamento sul Fondo di solidarietà comunale per l’anno 2017 per complessivi 1,34 mln di euro a favore di 14 Comuni;
- conguaglio 2017 e assegnazione 2018 ai Comuni delle Regioni Emilia-Romagna e Lombardia coinvolti dal terremoto del 2012 per il ristoro del minor gettito IMU, derivante dall’esenzione dei fabbricati inagibili a causa del sisma. L'importo complessivo è di 15,1 milioni di euro e i Comuni sono 82;
- primo acconto 2018 del rimborso a favore dei Comuni coinvolti nel sisma Centro Italia del 2016, per la perdita di gettito Imu e Tasi derivante dall'esenzione per i fabbricati inagibili, per un importo complessivo di 31,1 milioni di euro, a favore di 138 Comuni.

La Conferenza ha infine approvato il riparto per l’anno 2018 del fondo per i contenziosi connessi a sentenze esecutive relative a calamità o cedimenti (dl 113/2016, art. 4, co.2). L'assegnazione per il 2018 è di complessivi 20 mln. di euro, a favore di 7 Comuni. Nel dare il proprio parere favorevole, l'ANCI ha sottolineato la necessità di un più ampio intervento a sostegno degli enti locali gravati da sentenze esecutive, spesso a distanza di decenni dagli eventi. Le soglie previste dal decreto 113/2016 sono infatti troppo elevate (l'incidenza degli oneri da sentenza deve raggiungere il 50% della spesa corrente dell’ente) e i Comuni che rischiano crisi finanziarie gravi, spesso di piccole dimensioni, sono molto più numerosi. L’Anci ha formulato alcune proposte di modifica che consentono di estendere ad una platea più ampia di enti in sofferenza finanziaria l’accesso al Fondo: estensione della durata del Fondo che attualmente scade nel 2019; incremento della dotazione annuale (40 mln. di euro); definizione di requisiti di accesso meno restrittivi.

Twitter