Ultimo aggiornamento 03.12.2022 - 16:57

Cdp, rinegoziazione dei prestiti a Comuni e Province

  • 17 Set, 2014
Pubblicato in: Investimenti e patrimonio
Letto: 701 volte

Il 16 settembre il Consiglio di amministrazione della Cassa depositi e prestiti, in una nota informa che ha dato avvio ad un'operazione relativa ai prestiti ordinari a tasso fisso di Comuni e Province con le seguenti caratteristiche:

- identità fra debitore e beneficiario;

- singola posizione di debito residuo pari almeno a 10.000 euro;

- scadenza dell'ammortamento successiva al 31 dicembre 2018;

- non rinegoziati in precedenza.

Rientrano in questi parametri i prestiti fino a 15,5 miliardi di euro. I Comuni e le Province che vorranno aderire al programma potranno, altresì, estendere il periodo di rimborso dei mutui con il reperimento di risorse stimabili complessivamente fino a 2,3 miliardi di euro. L'operazione – si legge in una nota di Cdp – si inserisce nell'ambito delle iniziative di supporto agli enti locali per la gestione attiva del debito che ha posto in essere negli anni la Cassa depositi e prestiti.

Progetti


Webinar
e-Learning

In presenza

Seminari