Ultimo aggiornamento 16.10.2019 - 17:07

Il Rapporto ICity Rate 2017 di FPA

  • 26 Ott, 2017
Pubblicato in: Notizie
Letto: 879 volte

Presentato il rapporto annuale realizzato da FPA per fotografare la situazione delle città italiane nel percorso d’avvicinamento per diventare “smart” (più vicine ai bisogni dei cittadini, più inclusive, più vivibili); FPA per arrivare alla dimensione di città smart ha individuato e analizzato 15 dimensioni urbane definiscono traguardi per le città (povertà, istruzione, aria e acqua, energia, crescita economica, occupazione, turismo e cultura, ricerca e innovazione, trasformazione digitale e trasparenza, mobilità sostenibile, rifiuti, verde pubblico, suolo e territorio, legalità e sicurezza, governance). Le dimensioni tengono insieme 113 indicatori che, aggregati nell'indice finale ICity index, consentono di stilare la classifica finale tra 106 comuni capoluogo.

Icity Rate 2017 ci dice che se si parli di smartcity, non puoi non parlare di Milano. La città meneghina, infatti, è per il quarto anno consecutivo la più smart d’Italia. Seppur quest’anno il divario si è assottigliato in quanto sono state inserite delle variabili ambientali (vedi qualità dell’aria e consumo del suolo) che la penalizzano. In ogni caso, come si diceva, la posizione di città più smart della penisola è ampiamente garantita dalla presenza di diversi campi come la crescita economica, la mobilità sostenibile, la ricerca/innovazione, la trasformazione digitale e nella gestione del bene comune.
La piazza d’onore spetta a Bologna grazie alle eccellenze nel campo energetico e nella governance, al terzo posto, invece, troviamo Firenze grazie alle politiche culturali, nel campo del turismo sostenibile ed in quello ambientale.
A seguire, in perfetto ordine di classifica, troviamo Venezia, Trento, Bergamo, Torino, Ravenna, Parma e Modena.

Come si evince nelle prime dieci troviamo città del nord Italia, in particolare scorgiamo la presenaa di un blocco di città emiliano romagnole, a conferma del fatto che in questi territori è da diverso tempo che si portano avanti azioni intelligenti per migliorare la vita delle città.
Tanto per essere chiari, la prima città del centro sud, Cagliari, è al 47 posto dei questa classifica. In coda, ovviamente, troviamo solo città del sud. La coda è composta da queste città: Trapani, Vibo Valentia, Caltanissetta, Agrigento, Crotone, Catanzaro, Enna, Catania, Foggia, Benevento.
Da segnalare il diciassettesimo posto della Capitale che arranca sempre in posizioni di rincalzo, avendo la zavorra negativa di diversi campi come la mobilità sostenibile, l’energia, l’occupazione e la governance. Anche se sulla capitale è bene segnalare che ha avuto dei miglioramenti evidenti sulla banda larga.

In allegato la sintesi del Rapporto ICity Rate 2017 con tutte le tabelle

Filtra le notizie

Filtri tematici notizie

Tag

Ricerca Titolo

Twitter

Focus

Webinar
In presenza
Seminari