Ultimo aggiornamento 14.05.2021 - 9:57

I minori stranieri - Scheda 62

  • 29 Mag, 2017
Pubblicato in: Numeri e Territori
Letto: 806 volte

I minori stranieri, nel 2016, rappresentano il 21,2% (Tabella 1) della popolazione non italiana residente nel nostro Paese. La presenza di giovani stranieri che non hanno compiuto il diciottesimo anno di età è più significativa nei comuni di Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Piemonte e Trentino-Alto Adige, con valori superiori alla media nazionale. Nei comuni laziali e del sud nel complesso si osservano, invece, indici notevolmente inferiori al valore nazionale. In particolare, le realtà locali campane e sarde registrano i valori più contenuti (al di sotto del 17%). Tra i comuni del sud quelli siciliani si registra un valore più elevato di minori stranieri (19,3%).

Tabella 1 - I Minorenni stranieri residenti nei comuni italiani, per regione, 2016

Tabella1 scheda62

Analizzando inoltre la percentuale dei minori stranieri sul totale dei minorenni, valori significativi si registrano nelle regioni dell’Emilia – Romagna (16,7%) e della Lombardia (16,3%), mentre scendono molto al di sotto della media nazionale in Sardegna con il 5,0% e in Campania con il 15,1%.

L’analisi cartografica (Figura 1) mostra come la presenza di minori stranieri si distribuisca su tutto il territorio nazionale, ma è soprattutto nei comuni delle regioni centro-settentrionali (eccetto quelli della fascia alpina), che si rileva un’incidenza dei minori sul totale degli under 18 superiore al dato nazionale. I pochi comuni che non registrano alcuna presenza di minori si trovano principalmente in Valle d’Aosta, al nord del Piemonte e della Lombardia e nell’entroterra sardo.

Figura 1 - I minorenni stranieri nei comuni italiani, 2016

Figura1 scheda62


Webinar
e-Learning

In presenza

Seminari