Ultimo aggiornamento 19.07.2024 - 17:09

Canelli: “Per l’ingresso dei giovani nella pubblica amministrazione creiamo un ambiente sfidante”

  • 09 Ott, 2023
Pubblicato in: Ifel Informa
Letto: 1028 volte

Durante l’incontro a Napoli, presenti il Ministro Zangrillo e il Sindaco di Napoli Manfredi, la presentazione della quarta edizione del Rapporto IFEL “Personale comunale e formazione: competenze e scenari”.

“L’assunzione dei giovani è uno dei fattori determinanti per il futuro della Pubblica amministrazione e per gli Enti locali ma dobbiamo tener conto che i giovani che scelgono il lavoro hanno in mente un contesto migliorativo rispetto a quello che trovano. Per l’ingresso dei giovani nella pubblica amministrazione non diamo il posto fisso ma creiamo un ambiente sfidante”, questo il commento di Alessandro Canelli, Presidente di IFEL e Sindaco del Comune di Novara a Napoli all’evento della Fondazione IFEL con il Comune di Napoli. Il delegato per la finanza locale ha raccontato come sia lungo e difficile amministrare i comuni in questa fase di forte tensione e rigidità dei bilanci.

Nel secondo appuntamento del ciclo di eventi di divulgazione culturale “Il Mondo Dopo”, promosso con la Fondazione Ottimisti&Razionali, è stata presentata da Walter Tortorella, Capo Dipartimento economia locale IFEL, la quarta edizione del Rapporto di IFEL “Personale comunale e formazione: competenze e scenari”.

"Il rapporto fotografa  - ha proseguito Canelli - una situazione alla quale la Funzione pubblica sta reagendo molto bene. Sono ripartite le stagioni concorsuali, ma c'è da dire che c'è una difficoltà sempre maggiore nel trovare giovani, specializzati e qualificati, che vogliano venire a lavorare nei Comuni. È un messaggio di attenzione che porremo al Ministero, perché bisogna rendere il comparto più attrattivo o avremo difficoltà nel corso del tempo".

“Il PNRR costituisce la più grande sfida che tutte le amministrazioni, e soprattutto i comuni, non possono non considerare” ha invece dichiarato il Ministro per la Pubblica Amministrazione, Paolo Zangrillo. “Stiamo parlando, quindi, di un treno ad alta velocità – ha proseguito il Ministro -  necessario a dare sostegno ad un’economia che necessita, oggi più che mai, di misure di rilancio. Per questa ragione non possiamo nel modo più assoluto sprecare quest’occasione, ma dobbiamo rimboccarci le maniche e lavorare tutti insieme per un obiettivo comune, che è quello di dare corpo e sostanza agli ambiziosi obiettivi del Piano. Per fare ciò è necessario proseguire nell’attuazione degli interventi, dalle assunzioni alla formazione, dalle misure concrete per gli enti locali ai percorsi lavorativi per le giovani generazioni, che rappresentano i binari sui quali dobbiamo muoverci. Solo così riusciremo a spendere al meglio tutte le risorse, cercando di rendere il nostro Paese “più competitivo in un lasso di tempo breve".

L’evento ha visto la partecipazione di Maria Grazia Falciatore, Capo di Gabinetto del Comune di Napoli, Pierciro Galeone, Direttore Fondazione IFEL, Antonio Naddeo, Presidente ARAN, Giovanni VAIA, Presidente Btinkeeng.

La chiusura dei lavori è stata affidata a Gaetano Manfredi, Sindaco di Napoli. "Con il Ministro - ha dichiarato Manfredi - abbiamo parlato del potenziamento delle risorse umane nei Comuni, della necessità di trovare strumenti di maggiore attrattività, del problema del salario perché gli stipendi sono bassi, del problema del rinnovo dei contratti perché ci sono aspettative e delle forme di rafforzamento per il sostegno ai Comuni sia dal punto di vista dell'assistenza tecnica che delle regole di bilancio perché una maggiore operatività dei Comuni significa garantire più servizi ai cittadini e creare più qualità di vita".

SCARICA LE SLIDE

SCARICA LA RASSEGNA STAMPA

 

Progetti

Podcast - Gazzetta IFEL


Webinar
e-Learning

In presenza

Seminari